Alla fine della vita, ricevere un’assistenza spirituale secondo il proprio credo e le proprie convinzioni, è un diritto dell’uomo.

A tal fine:

Vogliamo prenderci cura di chi si prende cura del fine vita.

L'Associazione Dare Protezione nasce con lo scopo di affermare il diritto a ricevere un'assistenza spirituale idonea per chi si trova alla fine della vita, credendo che i bisogni spirituali nascano con l'uomo stesso ed evolvono con lo sviluppo della persona. Tali bisogni possono manifestarsi come sofferenza spirituale durante la fase avanzata della malattia, in modo particolare con l'avvicinamento della morte.
A tal fine, l’Associazione, riconosce come sua priorità fondamentale, quella di fornire un’idonea formazione e sostegno psicologico al personale sanitario, proponendo percorsi dedicati ad hoc per lo sviluppo di un fattore di protezione naturale nei confronti dello stress e percorsi di potenziamento, rispetto alla qualità di vita professionale, dei livelli di soddisfazione e di benessere percepiti.

Chi siamo

Per dimensione spirituale non si intende solo l’aspetto religioso o confessionale (vale a dire determinato dall’adesione ad una particolare confessione religiosa), ma bensì i più ampi ambiti di valori e convinzioni profonde che compongono la complessità della spiritualità umana. A tale fine, offre corsi di formazione, eventi culturali.
Siamo medici, psicologi, assistenti al lutto, counselor, volontari nel campo delle cure palliative, che hanno avvertito l’urgenza di far conoscere e proporre la dimensione spirituale del morire, evidenziando i bisogni spirituali…

Cosa facciamo

Offerta di servizi:

  • attività dei nostri volontari impegnati nell’Hospice di Livorno;
  • formazione di volontari in grado di riconoscere i bisogni, in particolare quelli spirituali, propri, del morente e dei famigliari;
  • offerta di progetti formativi per il personale impegnato in ruoli assistenziali;
  • gestiamo una biblioteca all’interno dell’hospice di Livorno con la proposta di approfondire il tema spiritualità e assistenza;
  • organizzazione di eventi culturali, incontri, per chi desidera arricchire la propria ricerca interiore.

In cosa crediamo

Il nostro modo di vita proviene da convinzioni spirituali. Questa filosofia di vita è alla base della nostra motivazione a prendersi cura degli altri attraverso l’essere volontari o lavorare negli hospice. Non è qualcosa che viene imposto dalla necessità di lavorare ma è la motivazione la fonte del nostro lavoro.

  • Crediamo nel valore della vita e nel rispetto di tutti gli esseri umani in modo equanime, senza discriminazione di religione, status sociale, razza o ricchezza; tutti hanno diritto alle stesse libere scelte, autonomia e rispetto…

Come aiutarci

Vuoi aiutarci? Ecco come:

Se ritieni di avere particolari capacità che pensi possano essere utili all’ Associazione, non esitare a contattarci

Se vuoi diventare socio:

Iscriviti all’Associazione QUI

Aiutaci, DONA Adesso :

  • Tramite bollettino postale sul CC POSTALE 82742248.

Occasioni di ascolto al tempo del covid

In questo lungo periodo di impedimenti, disorientamento e paura possiamo aver accumulato esperienze dolorose che non hanno trovato l’adeguato supporto sociale che caratterizza il nostro bisogno più profondo di relazioni umane.
Questo stesso periodo è anche stato occasione di opportunità e trasformazione, tipiche della consapevolezza che si sviluppa dove le abitudini cessano di tranquillizzarci.
Soprattutto in molte occasioni abbiamo assistito ad una rinnovata sensibilità verso ciò che ci rende autenticamente umani. È in questa ottica che è nato, in noi di Dare Protezione, il desiderio di connetterci soprattutto a chi ha vissuto momenti di difficoltà o di dolore senza avere la possibilità del supporto necessario.
Per cui, se la tua anima desidera trovare un momento di ascolto attento al dolore che l’avvolge, al dramma di una perdita o al bisogno di sostegno, l’Associazione Dare Protezione ti offre l’opportunità di uno o più colloqui gratuiti (via Skype, Zoom o WhatsApp) con alcuni volontari professionalmente preparati a questo servizio.

Puoi rivolgerti al 346 8048514 oppure compilare direttamente il modulo; verrai richiamato per stabilire data e orario dell’appuntamento.

Modulo di richiesta di ascolto




Eventi recenti

Intimità con il processo del morire

Intimità con il processo del morire

Di | Eventi

Dalle 18 del 26 Maggio alle 12.30 del 29 Maggio, presso l'ILTK di Pomaia (PI)

Ritiro per i diplomati al triennio di formazione

Istituto Lama Tzong Khapa

via Poggiberna 15
Pomaia, Santa Luce (PI), 56040 Italia
Prezzo:  € 120,00

La morte non significa soltanto arrivare a una fine, significa anche arrivare a un inizio. La morte è un processo di cambiamento. La fine di per sè non è nè positiva nè negativa, è semplicemente la realtà. La morte faceva parte dell'accordo al momento in cui abbiamo accettato l'idea della nascita.
Lama Dzochen Ponlop Rinpoche

Il ritiro è stato pensato per i partecipanti delle passate edizioni (2017 e 2018) del percorso Intimità con il processo del morire nato in collaborazione tra l’Associazione Dare  Protezione e l’Istituto Lama Tzong Khapa, con lo scopo di proseguire il percorso e continuare la formazione individuale.

Chi non avesse completato una delle due edizioni di Intimità del processo del morire, ma ad almeno due moduli di una delle edizioni, può presentare domanda compilando l’apposito modulo e sarà valutata la possibilità dell’iscrizione sulla base dei posti disponibili.

Durante il ritiro abbandoneremo le nostre comuni attività mondane per dedicarci completamente ad incrementare il nostro livello di consapevolezza dell’ impermanenza, riflettendo sulla nostra finitezza, sulla motivazione alla vita e cercheremo di capire cosa per noi è maggiormente importante.
Proveremo ad immaginare la nostra morte e a prepararci a tale evento.
Affronteremo, inoltre, il tema della compassione, dell’amorevole gentilezza e del perdono.

Durante il ritiro è fortemente consigliato il silenzio e il non uso del cellulare.

Per avere maggiori informazioni sull’intero percorso puoi visitare la pagina dedicata a INTIMITÀ CON IL PROCESSO DEL MORIRE.

Inoltre verrà finalmente ripreso in autunno 2022 – dopo la sospensione a causa della difficoltà di organizzare i contenuti e i laboratori con le restrizioni dovute al covid – il percorso di weekend formativi a cura di Dare Protezione, di cui a breve daremo comunicazione.

Programma del Ritiro

GIOVEDI
Entro le ore 18:00 Registrazione al ritiro
(è necessario presentarsi in segreteria entro questa ora per poter accedere alle sale.
Chi è realmente impossibilitato ad arrivare entro questa ora deve prontamente avvisare la segreteria dell’Istituto scrivendo a segreteria@iltk.org)

ORE 20.30
PRESENTAZIONE DEL RITIRO,
presentazione dei partecipanti, ed inizio corso.

 DA VENERDÌ MATTINA A DOMENICA MATTINA, le sessioni del ritiro alterneranno momenti di meditazione e condivisione a partire dal mattino prima di colazione fino alla sera.

INSEGNANTI

Francesco la Rocca

Debora Molli

Francesco La Rocca è medico.
Ha conosciuto il buddhismo nel 1980 ascoltando il primo insegnamento di Gesce Ciampa Ghiatso dato all’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia sulla vita di Buddha Sakyamuni. Sotto la guida spirituale di Kiabje Zopa Rinpoche nel 1983 ha dato vita, con altri studenti, al Centro studi Cenresig di Bologna.

Dopo una esperienza lavorativa di assistenza domiciliare ai malati oncologici decide di dedicarsi all’esperienza della cooperazione internazionale lavorando in Guinea Bissau e Burundi.

Tornato in Italia lavora in malattie infettive a Livorno con i malati di AIDS e quindi in Tisiologia a Massa. La sua attività di medico lo mette continuamente di fronte al tema del fine vita e della buona morte; di fronte alla completa impreparazione a questa esperienza sia dei pazienti, dei famigliari e del personale sanitario, la morte vissuta come fallimento terapeutico, con Patrizia Micoli fonda Dare Protezione onlus, su indicazione del suo Maestro Ghesce Ciampa Ghiatso. Vengono organizzati numerosi corsi con la finalità di affermare il diritto a ricevere una idonea assistenza spirituale nel fine vita e per proporre percorsi formativi idonei al personale sanitario e per chi fosse interessato ad esplorare il prorpio rapporto con il morire. Nel 2003 lavora nel primo hospice della Toscana a Livorno con il compito di far nascere l’assistenza domiciliare Cure Palliative di Livorno. Attualmente lavora presso l’hospice di Lucca, a Maggiano, e svolge consulenze presso l’ospedale San Luca di Lucca.

Psicologa, psicoterapeuta ad orientamento Psicodinamico (approccio ai contenuti della Psiche Profonda attraverso l’Analisi dei Sogni e delle Immagini Spontanee).
In ambito della Sanità Pubblica ha lavorato in Area Oncologica, nelle Cure Palliative e in Hospice.

Svolge attività di docenza e supervisione per il
personale sanitario e ha collaborato con l’Università per la Formazione in Cure Palliative. Per l’Associazione “Dare Protezione – Livorno”, con la quale co-opera regolarmente, è stata formatrice e supervisore dei volontari.
Da anni svolge la libera professione in regime privato.